PROFESSIONE

Uno dei crucci principali per le persone che vorrebbero avere un supporto psicologico è l’idea che una psicoterapia debba per forza durare anni.

E’ un retaggio che la nostra professione si trascina dall’identificazione che molti fanno tra la psicoterapia e l’approccio psicoanalitico più “old school”. In realtà quest’ultimo è solo uno degli approcci possibili tra le psicoterapie e non coincide con essa.

Quanto dura una psicoterapia? è una delle domande che mi viene posta più spesso… mi sento sempre di rinfrancare i pazienti o i semplici curiosi: fortunatamente oggi esistono diverse terapie definite “brevi” che grazie al loro focus non necessitano di anni di lavoro e che permettono di raggiungere l’equilibrio desiderato in quell’aspetto per cui si è chiesto il supporto di un professionista.

L’approccio neo-ericksoniano ne è un esempio. La focalizzazione sugli obiettivi della persona, l’attenzione sul qui e dopo piuttosto che su ciò che è stato, consentono di far recuperare le risorse necessarie a superare l’impasse che genera sofferenza favorendo, in breve tempo, la realizzazione di quel cambiamento desiderato ma non ancora raggiunto. E’ un lavoro centrato sugli obiettivi che rispetta i tempi e le necessità della persona, posta sempre al centro di tutto il processo terapeutico e considerata parte attiva di esso.

Tutto l’insieme delle “brief therapy” risponde sicuramente alle necessità odierne e ben si connette alla velocità della nostra società; pur senza minimizzazioni o riduzioni semplicistiche dei “problemi” ai quali rispondono, esse si concentrano su obiettivi e soluzioni.

UN SOLO INCONTRO: TERAPIA A SEDUTA SINGOLA ANCHE A MILANO

Finalmente è possibile usufruire di questa possibilità anche a Milano.

Questo weekend infatti ho partecipato al workshop di TSS (Terapia a Seduta Singola), un approccio che oggi si sta diffondendo e facendo largo anche in Italia pur affondando le sue radici realtà in tempi più lontani.

Il workshop è stato condotto da Michael Hoyt, uno dei fondatori della SST (Single Session Therapy) e da Flavio Cannistrà e Federico Piccirilli, due illuminati colleghi che hanno introdotto il modello italiano, appunto la TSS.

L’approccio della Single Session Therapy nasce ufficialmente negli anni 90 quando tre ricercatori Hoyt, Rosembaum e Talmon, propongono a 60 persone una singola sessione di terapia che si dimostra efficace ( e sufficiente) per un buon numero di partecipanti alla ricerca.

Fare un’unica sessione non è un obbligo, è un’opportunità. E’ sempre possibile rivedersi fissare altri appuntamenti qualora si senta la necessità di lavorare su altri obiettivi.

L’efficacia dimostrata di questo approccio ci dice che è possibile essere aiutati anche in un singolo incontro, facendo leva sulle risorse e sugli obiettivi della persona e sfruttando l’alleanza terapeutica ( o rapport come direbbe Erickson) che permette a terapeuta e paziente di scegliere insieme quale modalità e quali tempi siano più idonei.

Come ogni approccio la TSS può funzionare con molti ma non per forza con tutti, credo che molto importanti in questo senso siano le aspettative e gli schemi mentali del paziente e del terapeuta.

Io la considero una grande opportunità, da oggi è quindi possibile prenotare presso il mio studio anche  Sedute Singole…

Per avere maggiori informazioni o per prenotare un appuntamento




I dati forniti saranno utilizzati esclusivamente per l'uso richiesto dall'utente, e, secondo le leggi in vigore, non saranno ceduti a terzi. Premendo "ACCETTA PRIVACY", l'utente garantisce la veridicità dei dati forniti e presta il proprio consenso all'uso dei dati sopra raccolti come indicato. Dichiara inoltre di aver preso visione delle informazioni che seguono: i responsabili del sito dichiarano che i dati vengono raccolti al fine di fornire le informazioni richieste in conformità con l'art. 13 D.lgs. 196/2003.

ACCETTA PRIVACY

[recaptcha]

I campi contrassegnati (*) sono obbligatori, la richiesta non verrà inviata se tutti i campi non saranno correttamente compilati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.